MISSION
Ricercare e dar spazio a nuovi talenti e giovani personalità artistiche, con un bagaglio musicale d’eccellenza e di successo, senza rinunciare a grandi musicisti noti al pubblico e alla scena internazionale.

VISION
Esprimere l’intelligibilità della cultura, creare una nuova dimensione comunicando il visibile agli occhi attraverso l’invisibile, la musica: l’arte che sveglia il tempo e dà forma e contenuto allo spazio.

IL FESTIVAL
Il festival Palermo Classica, che ha visto la sua prima edizione nel 2011, celebra nell’estate del 2019 la sua 9a edizione. Un traguardo per il Festival Internazionale tra Arte&Musica che anno dopo anno mira a dar luce alle meraviglie del passato, della tradizione, del presente e dell’innovazione.
Una diffusione artistica, in particolare quella musicale, che si alimenta dal seguito di un pubblico vasto tra sostenitori di lunga data ai più giovani e curiosi intenditori.
Il Festival annualmente propone varietà e rinnovamento costante. La stagione estiva offre un ricco palinsesto tra musica da camera, concerti per solista e orchestra e repertorio sinfonico; mentre nelle fredde sere invernali la stagione si concentra e si riunisce in appuntamenti più intimi con recital pianistici e cameristici dai contenuti monografici e/o tematici.
Il Festival ha un’impronta giovane fedele ai capolavori del passato, dall’identità sonora nuova e dall’esperienza versatile.
Si conferma un forte interesse per il repertorio romantico unito all’attenzione per la produzione contemporanea e composizioni originali; formazioni stabili e artisti amici si ritrovano nel corso delle stagioni.
L’unione musicale è rafforzata dall’orchestra ricca di giovani promesse guidata da Maestri e interpreti in continua evoluzione tra la conservazione del repertorio e i nuovi linguaggi. Un processo d’inclusione sociale al cui il Festival mira a portare la musica classica in una realtà più ampia e attuale rendendola e facendola percepire più vicina a noi, coinvolgendo gli artisti e il pubblico a incontri d’arte in spazi informali e conviviali tra performance e conversazione accompagnati da un bicchiere di vino o una tazza di tè. Ad elevare la musica sono anche i luoghi in cui essa si genera, punti di riferimento per il territorio siciliano e la sua comunità, tra i più suggestivi di Palermo: la Galleria d’Arte Moderna, Palazzo Steri, San Mattia dei Crociferi e da quest’anno anche Palazzo Branciforte ospitano gli artisti e il suo pubblico immersi tra monumenti e opere d’arte. Centri emblematici delle dinamiche sociali e culturali della nostra epoca, punti d’incontro e di confronto di diverse culture che contribuiscono a rendere Palermo una grande città d’avanguardia, una moderna capitale Europea.

MISSION
Ricercare e dar spazio a nuovi talenti e giovani personalità artistiche, con un bagaglio musicale d’eccellenza e di successo, senza rinunciare a grandi musicisti noti al pubblico e alla scena internazionale.

VISION
Esprimere l’intelligibilità della cultura, creare una nuova dimensione comunicando il visibile agli occhi attraverso l’invisibile, la musica: l’arte che sveglia il tempo e dà forma e contenuto allo spazio.

IL FESTIVAL
Il festival Palermo Classica, che ha visto la sua prima edizione nel 2011, celebra nell’estate del 2019 la sua 9a edizione. Un traguardo per il Festival Internazionale tra Arte&Musica che anno dopo anno mira a dar luce alle meraviglie del passato, della tradizione, del presente e dell’innovazione.
Una diffusione artistica, in particolare quella musicale, che si alimenta dal seguito di un pubblico vasto tra sostenitori di lunga data ai più giovani e curiosi intenditori.
Il Festival annualmente propone varietà e rinnovamento costante. La stagione estiva offre un ricco palinsesto tra musica da camera, concerti per solista e orchestra e repertorio sinfonico; mentre nelle fredde sere invernali la stagione si concentra e si riunisce in appuntamenti più intimi con recital pianistici e cameristici dai contenuti monografici e/o tematici.
Il Festival ha un’impronta giovane fedele ai capolavori del passato, dall’identità sonora nuova e dall’esperienza versatile.
Si conferma un forte interesse per il repertorio romantico unito all’attenzione per la produzione contemporanea e composizioni originali; formazioni stabili e artisti amici si ritrovano nel corso delle stagioni.
L’unione musicale è rafforzata dall’orchestra ricca di giovani promesse guidata da Maestri e interpreti in continua evoluzione tra la conservazione del repertorio e i nuovi linguaggi. Un processo d’inclusione sociale al cui il Festival mira a portare la musica classica in una realtà più ampia e attuale rendendola e facendola percepire più vicina a noi, coinvolgendo gli artisti e il pubblico a incontri d’arte in spazi informali e conviviali tra performance e conversazione accompagnati da un bicchiere di vino o una tazza di tè. Ad elevare la musica sono anche i luoghi in cui essa si genera, punti di riferimento per il territorio siciliano e la sua comunità, tra i più suggestivi di Palermo: la Galleria d’Arte Moderna, Palazzo Steri, San Mattia dei Crociferi e da quest’anno anche Palazzo Branciforte ospitano gli artisti e il suo pubblico immersi tra monumenti e opere d’arte. Centri emblematici delle dinamiche sociali e culturali della nostra epoca, punti d’incontro e di confronto di diverse culture che contribuiscono a rendere Palermo una grande città d’avanguardia, una moderna capitale Europea.