Ingolf Wunder

Pianista

Ingolf Wunder, nato in Austria l’8 settembre 1985, ha iniziato a mostrare i primi segni di musicalità a due anni: sempre, non appena ascoltava musica orchestrale, la dirigeva con passione. Continuò fino all’età di quattro anni, quando iniziò la sua avventura decennale con il violino. Suonare questo strumento però era piuttosto un hobby. Non ha mai avuto intenzione di diventare un violinista. Allo stesso tempo stava sviluppando il suo talento nello sport e gli interessi nella tecnologia e nell’informatica.

Intorno ai 14 anni il suo talento per il pianoforte fu scoperto casualmente da un insegnante di Linz, Horst Matthaeus. Wunder ha abbandonato il violino dopo 10 anni di studio, ha lasciato il Conservatorio di musica di Klagenfurt e ha iniziato gli studi intensivi di pianoforte al Conservatorio di musica di Linz, sotto la guida del Prof. Matthaeus. Quello fu il momento in cui si innamorò dell’arte e decise di dedicarsi completamente al pianoforte.

Pochi mesi dopo essere passato al pianoforte, Wunder ha partecipato al suo primo concorso giovanile e ha vinto il 1° Premio (VII Concorso Internazionale di Musica, Cortemillia, Italia). Subito dopo sono arrivati i primi premi al XVI Concorso Musicale Europeo di Torino, al 63. Concorso pianistico Steinway di Amburgo e pochi altri. Circa un anno dopo aver cambiato strumento ha debuttato alla Konzerthaus di Vienna, suonando il Mephisto Waltz di Liszt e uno dei Preludi di Debussy in un rinomato ciclo giovanile. Nel 2001, all’età di 16 anni, non solo ha già suonato in concerto l’intera serie degli Studi Trascendentali di Liszt, ma ha anche ricevuto il Premio Liszt al 36. Concorso Internazionale Franz Liszt di Budapest (Ungheria). Nel 2003, dopo che Wunder era stato accidentalmente sentito mentre si esercitava da Emmanuel Krivine, fu invitato dal direttore a eseguire il Concerto per pianoforte n. 3 di Prokofiev al Théâtre des Champs-Élysées di Parigi con l’Orchestre National de France. Ha continuato i suoi studi di pianoforte presso l’Università della Musica di Vienna e per evolversi artisticamente ha viaggiato in tutta Europa per ottenere il più spesso possibile i giusti input da grandi pianisti, primo fra tutti Idil Biret.

Dopo un breve ma difficile periodo di dubbi che gli hanno fatto pensare di abbandonare l’aspirazione a intraprendere la carriera pianistica e di dedicarsi invece all’informatica, nel 2008 Wunder ha avviato una collaborazione con Adam Harasiewicz, pianista polacco e vincitore del 1955 International Chopin Concorso pianistico. Un anno dopo Wunder decise di partecipare per l’ultima volta a un concorso pianistico, indipendentemente dai risultati.

Il Concorso Pianistico Internazionale Chopin 2010 a Varsavia ha suscitato scalpore, riconoscimenti, il 2° Premio, il Premio per il Miglior Concerto, il Premio per la Migliore Fantasia Polonaise, il Premio del Pubblico e molti devoti ascoltatori in tutto il mondo. Da molti Wunder era considerato il vero vincitore della competizione. Molti hanno parlato del più grande scandalo della concorrenza dal caso Pogorelich nel 1980.

ABOUT US

Palermo Classica Introduction

Mission and Vision

SERVICE

Info Biglietteria

Scarica il programma
Contact

PARTNER AND FRIENDS

Sponsor and Partner

Friends

Premio Artisti

ORGANIZZAZIONE

Organigramma

Amministrazione trasparente

Staff

© 2024 Palermo Classica. Design by GoUp Studio